Caffè d'oppio

di Stefano Chiodaroli

La lingua non ha le ossa, ma è quella che le spezza! Come quella tagliente di Stefano Chiodaroli, che non guarda in faccia a nessuno con i suoi dissacranti chicchi di caffè d'oppio...

Copertina di fotografia di Luca Rossato

Saggio | pagg. 90 | 13/12/2016 | Saggi

Di cosa parla Scarica ora
Caffè d'oppio (copertina)

Il libro

Stefano Chiodaroli è un comico che ogni tanto prova a fare l’attore: ha inventato il personaggio del panettiere che gli ha portato fortuna e visibilità in programmi televisivi come Zelig e Colorado, e ha partecipato a diverse sitcom e a film di rilievo. Da una quindicina d’anni vive a Vigevano, città in cui quasi per caso è nata la sua collaborazione con il periodico locale L’Informatore, con la rubrica settimanale Caffè d'oppio. Un mix di commenti ironici, duri, irridenti, taglienti e irriverenti ma anche con una profonda saggezza di fondo, che stanno divertendo il pubblico che li legge, e che per la prima volta vengono raccolti un un unico volume. Da usare con estrema cautela, perché è vero che la lingua non ha le ossa, ma quella di Stefano Chiodaroli è abbastanza pesante da non guardare in faccia a nessuno e picchiare duro…

Scarica il libro ora dal tuo negozio preferito

Acquista Caffè d'oppio, scaricalo sul tuo lettore e inizia a leggere subito! Scegli il negozio da cui acquistare: su usi un Amazon Kindle, o l'app Kindle per dispositivi mobili o PC, acquista du Amazon.it o su Delos Store. Se usi l'app Google Ebook Reader acquista su Google Play, se usi un altro ebook reader o altre app acquista su Delos Store o Kobo. I libri Delos Digital venduti su Delos Store non sono protetti da DRM.

Delos Store

EPUB, KINDLE - € 2,99

Amazon.it

KINDLE - € 2,99

Kobo

EPUB - € 2,99

Google Play

EPUB - € 4,49

L’autore

Stefano Chiodaroli è stato mangiafuoco, acrobata di strada, attore in compagnie amatoriali; la prima messinscena è del 1983, aggregato alla compagnia Triopastello. Diplomato nel 1990 alla scuola del Teatro del Mimodramma Arsenale, crea nel 1998 il personaggio del panettiere, che gli permette di accedere alla ribalta delle tv nazionali in trasmissioni come Zelig, Convention a colori, Colorado Cafè. In seguito crea altri personaggi come Tempesta Ormonale (un semidio celtico che lo conduce nel programma comico di Rai 2 Bulldozer), e altri energetici, folli, surreali come il mago Abatjour, Ornello l’ex fotomodello e Brian trombettista jazz. Nella sitcom Belli dentro in onda su Canale 5 interpreta Mariano, ladro di macchine e picchiatore dal cuore d’oro. Partecipa alla trasmissione Stiamo lavorando per noi di Cochi e Renato e come conduttore a Strangers in The Night (comici stranieri allo Zelig) in onda sulla tv Svizzera italiana. Nella primavera del 2008 è coprotagonista, insieme a Luca Laurenti, della sitcom Don Luca c'è, dove interpreta il ruolo di Angelo, il barista playboy del paese. Al cinema è stato tra i protagonisti del film di Michele Placido I fiori del male, che narra la vicenda criminale di Renato Vallanzasca, e ha partecipato a due commedie, Outing di Matteo Vicino, con Massimo Ghini e Nicolas Vaporidis, e Aspirante Vedovo, di Massimo Venier, con Fabio de Luigi e Luciana Littizzetto. Ha partecipato poi al film Solo per il Week end, in gara al Toronto film festival, e nel 2015 a On Air, film sulla vita avventurosa del DJ Marco Mazzoli di Radio 105. Nella stagione teatrale 2014/15 è stato protagonista, insieme a Lucia Vasini e Jessika Polsky, della commedia francese Il clan delle divorziate, grande successo in Francia e in cartellone per due mesi al Teatro San Babila di Milano.

Tutto sull'autore
Foto non disponibile