Giuseppe Petrarca

Giuseppe Petrarca, vive e opera a Napoli. Collabora, da alcuni anni, con l'organizzazione umanitaria, premio Nobel per la Pace, Medici Senza Frontiere. Ha pubblicato con Homo Scrivens  una serie di "gialli sociali" con protagonista il commissario Lombardo: Inchiostro rosso, un  "medical thriller" che sfiora le corde dell’attualissimo problema delle lobby farmaceutiche; Corpi senza storia, che esplora la realtà degli ospedali psichiatrici giudiziari; L’Avvoltoio; un noir sull'immigrazione e il traffico illegale di organi umani. Il romanzo preconizza una “pandemia” impressionante consonanza con il dramma che affligge l'intera umanità; Notte nera, al centro del romanzo la sacralità del corpo, il senso di giustizia e l'etica nella malattia. L'obiettivo di Petrarca è puntare su problematiche di impatto sociale utilizzando la struttura narrativa propria del "noir". Ha ottenuto unanimi consensi di critica e di pubblico. Tra i riconoscimenti: Il Premio Garfagnana in Giallo 2018, il Premio Spoleto Art Festival 2018 e 2019, il Premio Firenze in Letteratura, Premio Speciale Megaris, Premio Speciale Milano International, Premio Speciale Città di Cattolica e Premio Giornalisti Flegrei. A febbraio 2019 riceve l'alto riconoscimento alla Camera dei deputati di Roma ricevendo il Premio Comunicare L'Europa. Con il racconto  Il coraggio di Nikolay, un viaggio nell'orrore degli orfanotrofi, vince il Primo Premio Internazionale Michelangelo Buonarroti. Al suo attivo anche un'intervista al Caffè di RAIUNO

Generi: Narrativa

1 titoli

Tutti i libri
Terramara (copertina)

Terramara

Giuseppe Petrarca

Per Napoli scoccava l’inevitabile ora del travaglio: sarebbe rimasta sola, con i suoi errori, con i suoi morti da pregare, le sue fragilità. La città si ritrovò lacerata in quella notte interminabile che segnò per sempre il suo destino.

Narrazioni # 22

Romanzo | Narrativa